Left Continua con gli acquisti
Il tuo ordine

Non hai nessun articolo nel carrello

 
NDUJA DI SPILINGA, ECCELLENZA CALABRESE

NDUJA DI SPILINGA, ECCELLENZA CALABRESE

Fra i prodotti tipici calabresi, spicca senza ombra di dubbio la ‘Nduja, salame morbido ma dal cuore piccante, divenuto presto simbolo per eccellenza dell’intera ragione ma che in realtà ha origine a  Spilinga, piccolo comune alle pendici del monte Poro affacciato sul mare.

Le origini dell'Nduja risalgono presumibilmente all'Ottocento, quando la dominazione borbonica arrivò in Italia e le truppe napoleoniche presero di mira la Calabria. Con grossa probabilità, ma non si ha la certezza storica, il nome 'Nduja deriverebbe dal francese “andouille”, che identifica una salsiccia a base di frattaglie di maiale. Inoltre, entrambi i termini, appaiono riconducibili al latino “inductilia”, ossia "cose che devono essere introdotte", vale a dire gli insaccati.
Infatti, la ‘Nduja di Spilinga è un salume spalmabile a base di carne pregiata di maiale sfilacciata(finemente tritata) e peperoncino piccante, conservante naturale, insaccato all’interno di un budello cieco e stagionato. Il colore rosso brillante ed acceso mira ad avvertire il consumatore della cospicua presenza di peperoncino. La consistenza morbida, quasi cremosa la rende adatta alle più disparate ed originali preparazioni.
Il gusto della vera ‘Nduja di Spilinga si caratterizza per esser pieno ed avvolgente, perché stuzzica le papille gustative grazie al perfetto equilibrio fra la carne, il grasso morbido, i pezzi di peperoncino macinato e il giusto livello di sapidità.

La 'Nduja si presta a numerose applicazioni culinarie in quanto può essere utilizzata per antipasti, primi e contorni, ma anche come ingrediente per una pizza originale.

Nel momento in cui ci si appresta a consumare il prodotto, si consiglia di effettuare un’incisione sul budello e di estrapolare la polpa con la forchetta.

Successivamente, per mantenere inalterata la fragranza e bontà del prodotto, è preferibile conservare la ‘Nduja nel suo budello originale, in un luogo fresco ed asciutto, lontano da luce ed umidità oppure avvolgere il prodotto all’interno di (carta stagnola)una pellicola e riporlo in frigo.